kaizen & haisei – il miglioramento continuo è la soluzione!

“Nella mia esperienza di manager ho potuto constatare che le persone hanno infinite possibilità di miglioramento e tutte le potenzialità per raggiungere qualsiasi risultato, a patto che riescano a liberarsi dai condizionamenti e dalle sovrastrutture che albergano nelle loro menti”. Lo scrive Pierluigi Tosato, Ceo del gruppo Deoleo, nella prefazione al suo libro “Samurai manager – La montagna inaccessibile” (Guerini Next, pp.160, euro 15) in cui racconta la sua esperienza di vita e di manager.

Classe 1963, Tosato è un imprenditore veronese che, dopo la laurea in Ingegneria e un master in Business administration, ha maturato un’esperienza ventennale come amministratore delegato in multinazionali del settore industriale, come Interpump Cleaning e Global Garden Products, e alla guida di Acqua minerale San Benedetto e Bolton Alimentari.

kaizen & haisei - aiutiamoci con saggezze orientali
Kaizen & Haisei – aiutiamoci con saggezze orientali

L’illuminazione per Tosato è arrivata in Tibet, dove ha trascorso una settimana di meditazione trascendentale con un monaco. Tosato aveva detto di essere in grado di sollevarsi con la forza delle braccia 25 volte, ma poi aveva fallito la prova. “Quel monaco mi impartì una grande lezione: aveva fatto sì che io vincessi il mio orgoglio quasi danneggiando il mio corpo per poter essere pronto a salire di un gradino nella scala della spiritualità e della preghiera – scrive il manager –. Quell’intuizione cambiò il mio punto di vista, sia come uomo per la mia vita privata, sia come manager per le aziende in cui mi trovai ad apportare grandi cambiamenti”.

Qual è l’intuizione? “Distruggere per ricostruire – scrive Tosato –. In azienda si definisce turnaround e si applica quando la situazione negativa ha raggiunto un punto di non ritorno, quello per cui si vorrebbe scappare altrove e che invece impone di rimanere con il coraggio di far ripartire la nave, non prima di averla demolita”. Le fasi successive sono la resilienza, in cui si creano basi solide per ripartire più forti di prima, la costruzione della fiducia per intensificare la comunicazione a vari livelli, la collaborazione e la condivisione di idee e progetti, e infine l’impegno del singolo, dall’ad all’operaio, per realizzare una dream company, un’azienda da sogno, la “montagna inaccessibile” a cui si riferisce il sottotitolo del libro di Tosato.

“Ma il vero sogno è raggiungerla, gradino dopo gradino in un percorso di miglioramento continuo, tendente alla perfezione – scrive Tosato –. Il segreto non è alimentare la presunzione di voler arrivare sulla vetta, ma costruire ogni singolo passo per godersi il viaggio”. Il libro “Samurai manager” racconta la presa di coscienza di questo percorso che Tosato ha vissuto nella sua esperienza di manager.

kaizen & haisei - aiutiamoci con saggezze orientali
Kaizen & Haisei – aiutiamoci con saggezze orientali

La dream company per cui vale la pena scalare la montagna è un’impresa di eccellenza che “dovrebbe recare in sé cellule staminali di Apple unite a quelle di Toyota, in un connubio di pathos e logos, di cervello sinistro e cervello destro”, scrive Tosato. Come spiega nel libro, il sistema di produzione Toyota, azienda automobilistica nota in tutto il mondo, è fondato su una filosofia orientale alla cui base ci sono i principi del Kaizen (miglioramento continuo) e dell’hansei (l’autocritica frutto di riflessione).

Il termine Kaizen, formato da due vocaboli giapponesi ovvero “Kai” che significa “cambiamento, miglioramento” e “Zen” che vuol dire “buono, migliore”, rimanda al concetto di “miglioramento continuo”. Quello della Toyota è un modello dominato da pragmatismo e buon senso, in grado di ottimizzare i processi aziendali per soddisfare un bisogno esistente.

Adottare i principi Kaizen apre quindi la strada al cambiamento e permette di superare limiti e paure. Lo stesso vale per le imprese, con la differenza che tocca al leader dettare le condizioni di sviluppo delle potenzialità e delle prestazioni individuali. Un tipo di leadership che, come spiega Tosato nel libro, richiede tre fasi: trasformare persone egoiche, schiave delle loro paure e dei loro pregiudizi, in individui eccezionali, mettere il potenziale individuale al servizio di un obiettivo comune, condividere un sogno collettivo. Il manager quindi è come un samurai, un catalizzatore di forze in grado di attirare le energie dei collaboratori e trasformarle in qualcosa di condiviso

e potente. “Sono convinto che una squadra mediocre, in grado di realizzare le proprie potenzialità, sia superiore a una squadra fortissima dominata dalle paure”, scrive Tosato che, nella sua vita professionale, ha saputo trasformare aziende normali in imprese di successo.

kaizen & haisei - aiutiamoci con saggezze orientali
Kaizen & Haisei – aiutiamoci con saggezze orientali
Precedente Fiera del Vino al Castello - Mondsee Successivo 2018 - un anno di Grandi Fiere in Austria!